Tao Te Ching – Capitolo 32

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

Argomenti del post

tao te ching

Interessante e complesso il capitolo del Tao Te Ching di oggi. In questo capitolo Lao Tzu cita un elemento che nella vita occidentale ha ormai perso valore: la semplicità. Nel comune pensare delle nostre menti occidentali sempre indaffarate a creare compartimenti stagni nei quali racchiudere e classificare qualunque cosa la semplicità è quasi percepità come qualcosa di negativo. La semplicità è una via facile di fuga…”è troppo facile“, quindi non va bene … è necessario strutturare, complicare.
Invece Lao Tzu ci ricorda che il Tao getta le radici nella semplicità (indefinibile). Se si segue e si ritorna alla semplicità si arriva all’armonia, scopo ultimo del Tao stesso. Leggendo questo capitolo mi è immediatamente balzata alla mente l’idea del bambino interiore, cioè quella parte della personalità umana che resta legata alla giocosità, creatività, spontaneità e stupore. Quella parte salvata dall’inquinamento di ansie, paure, limti e negatività a cui tutti siamo inevitabilemnte soggetti a causa dello stile di vita che conduciamo.
È utile allora imparare a fermarsi ogni tanto per provare a liberarsi da tutti i vincoli autoimposti, che poi viviamo come un peso, cercando di riportare i propri passi sulla via dell’essenziale, del semplice.

Il capitolo del Tao Te Ching di oggi.

Il primigenio Tao eterno è semplicità indefinibile.
Benché sia piccola, non c’è niente sotto il cielo che possa soggiogarla.

Se un capo vi si attiene, tutti gli esseri vengono naturalmente attratti da lui.
Il cielo e la terra sono allora in armonia
e la dolce pioggia cade dappertutto.
Gli uomini lavorano insieme,
senza bisogno di istruzioni.

Quando questa semplicità diminuisce,
tutto ciò che esiste e non esiste necessita di un nome.
Quando sorgono i nomi, il processo di distinzione dovrebbe essere fermato.
Conoscere quando fermarsi è salvarsi dal pericolo.

Il Tao nel mondo assomiglia ai fiumi che sfociano nel mare.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *