Gli eserci preferiti da Bruce Lee – Torace parte 3

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

Argomenti del post

Prosegue la rubrica dedicata agli esercizi di allenamento consigliati da Bruce Lee, prelevati dai testi che lo riguardano e che si riferiscono ad indicazioni che Bruce forniva per elevare le proprie capacità fisiche.
Oggi proseguiamo con gli esercizi per i pettorali.

Pullover con il braccio piegato

Per eseguire correttamente questo esercizio sdraiatevi su una panca e afferrate un bilanciere.
La sbarra viene tenuta sopra il petto con le braccia tese, piegando leggermente i gomiti.
Da questa posizione, portate le braccia dietro la testa (tenendo i gomiti leggermente piegati), finchè non avvertite il massimo allungamento del muscolo grand dorsale.
A questo punto riportate la sbarra alla posizione iniziale sopra il petto.

Pullover in discesa

L’angolo di inclinazione di questa variazione del pullover causa una marcata definizione intorno e sotto i pettorali, ancor di più, secondo un’autorità nel campo come Joe Weider, rispetto a qualsiasi altro esercizio per il petto.
L’esecuzione del pullover in discesa è identica a quella del pullover con il braccio piegato, ad eccezione della panca su cui viene eseguito.

Aperture con i manubri

Questo è il principale esercizio di isolamento per il petto.
Sdraiatevi su una panca piana, tenendo una coppia di manubri con le braccia tese sopra il petto.
Avvicinate i piedi alle natiche, piegando le ginocchia.
Con un leggero piegamento dei gomiti, abbassate lentamente i manubri finchè non avvertite un leggero allungamento fra i pettorali.
Da questa posizione, risollevate i pesi fino alla posizione di partenza, descrivendo un arco ampio (il movimento va eseguito come se steste abbracciando un grande albero), usando solamente la forza dei pettorali.

Incrocio con i cavi

I cavi consentivano a Bruce Lee di allungare i suoi pettorali con più efficienza, dato che c’era effettiva resistenza dall’inizio alla fine del movimento.
Afferrate due maniglie dei cavi sopra la testa, afferrandone una per mano e piegendovi leggermente in avanti.
Stendete le braccia in entrambi i lati.
Mentre riavvicinate le mani lasciate che si incrocino davanti a voi, continuando a tirare finché non avvertite una piena contrazione dei pettorali.
Tenete questa posizione per un momento prima di sciogliere la tensione e lasciate che le braccia vengano riportate alla posizione iniziale.
Bruce Lee usava spesso i cavi, dato che aveva capito che oltre a definire finemente i pettorali gli permettevano di rinforzare i muscoli primari necessari per tirare qualsiasi tecnica di pugno di potenza.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.