Difesa personale. L’importanza dei gomiti

Nell’ambito della difesa personale, ossia il combattimento da strada, quello senza regole nel quale l’obbiettivo principale è rendere innoffensivo l’avversario nel minor tempo possibile è senza subire colpi, assume una notevole importanza la difesa.
Difendersi, cioè non consentire all’avversario di andare a segno è la prima cosa da fare.
Ovviamente per poter essere efficaci è necessario poi colpire.
È importante sottolineare che la miglior situazione di difesa personale è quella nella quale non è richiesta la difesa personale … se si evitano i conflitti e le liti non si corre alcun pericolo.
Tuttavia nel caso in cui ci si trova a difendersi da un’aggressione diventa necessario evitare traumi e se non si riesce a ricavare una via di fuga bisogna colpire l’avversario.
Primo difendersi, secondo colpire.
La cosa ottimale è la difesa attiva; cioè fare in modo che nella difesa ci sia l’attacco.
Per ottenere questo risultato si utilizza la cedevolezza attiva, ossia il principio secondo il quale si fa sfogare l’energia avversaria su una linea di fuga mantendo la linea centrale.
Le tecniche utilizzate sono svariate e dipendono dall’attacco al quale si è sottoposti.
Bon sao, fak sao, tan sao, etc. sono solo alcuni esempi e sono la base di discipline come il wing tzung e l’IMS.
Un elemento comune che accomuna ogni tecnica di braccia e che si fonda su tale principio è la posizione dei gomiti.
L’efficacia delle tecniche di braccia dipende non solo dalla potenza, ma anche dall’equilibrio e dalla conservazione dell’energia; cosa che si ottiene con una corretta posizione dei gomiti, o meglio con una posizione delle braccia che mantiene una corretta angolazione dei gomiti.
Anche quando si sferra un pugno è importante mantenere i gomiti in una giusta angolazione. Il gomito troppo aperto crea uno spazio d’entrata sulla linea intera che l’avversario, se scaltro, può facilmente sfruttare per colpire.
Riassumendo in modo molto sommario si può dire che un buon equilibrio che consenta la conservazione dell’energia e una corretta posizione dei gomiti conferiscono un notevole vantaggio nel combattimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.