Censimento italiano sul Kung Fu. Primi dati.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

Argomenti del post

Da quasi tre mesi Kung Fu Life ha lanciato un’iniziativa particolare: il censimento italiano del Kung Fu.

Ecco i primi dati parziali.

Tra i praticanti di Kung Fu che hanno partecipato al censimento circa il 30% ha tra 26 e 30 anni, il 17% ha un età compresa tra i 31 e 35 anni e il 21% tra 36 e 40.
La maggior parte sono uomini (circa 67%) e la grande maggioranza risiede in centro Italia.
Il tempo di pratica è equamente distribuito tra tutte le categorie, da “meno di 1 anno” a “più di 15 anni”, con una leggera prevalenza della categoria “da 5 a 8 anni” e “meno di 1 anno”.
Interessante il fatto che la maggior parte dei partecipanti al censimento, circa il 50%, è principiante o novizio, cioè non ha conseguito più di due cinture.
Gli stili maggiormente praticati sono Shaolin (58%), TaiJiQuan (25%) e Tang Lang (30%).
Per quanto riguarda l’ambito del combattimento ci sono più praticanti di semi-sanda (25%) che di sanda (17%).
Non altissima la percentuale dei praticanti di Wushu moderno (17%).
Chi pratica Kung Fu (ed ha partecipato al censimento) ha cominciato di propria iniziativa per capire cosa fosse il Kung Fu (38%), oppure perchè desiderava praticare arti marziali ed ha provato il Kung Fu (29%). Pochi (12%) conoscevano già qualcosa della disciplina prima di iniziarne la pratica.
Quasi tutti (70%) praticano nelle palestre di fitness o arti marziali, però qualcuno (5%) a scuola.
Il 62% dei partecipanti è agonista, quindi partecipa alle competizioni.

IL CENSIMENTO E’ ANCORA APERTO … PARTECIPA!
Per partecipare basta registrarsi su Kung Fu Life da questa pagina, cliccare sul link nell’email di conferma registrazione; oppure se si è già registrati basta collegarsi dalla pagina di accesso.
Una volta collegati si può accedere al censimento e rispondere alle 10 domande.
Per qualsiasi problema di registrazione o accesso al censimento inviare una email all’indirizzo [email protected].

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *