Warrior. La serie tv basata sui testi di Bruce Lee

Warrior. Andrew Koji

Bruce Lee non muore mai! Continua a farsi sentire, non solo nel mondo marziale, e nel 2019 lo fa con Warrior, una serie tv targata Sky Atlantic, basata (così si dice) sui suoi testi.
Tuttavia, Warrior non è quello che si può pensare sentendo dire “una serie tv basata sui testi di Bruce Lee“. Non si racconta dell’icona del Kung Fu, della sua arte, di Ip Man o dei sui film. La trama è tutt’altra cosa.

Siamo a San Franciso alla fine dell’800 e i cinesi sbarcano contuinamente, in cerca di una fortuna che non trovano, al contrario sono catapultati in un mondo ostile, xenofobo, che i cinesi li disprezza e li relega ai lavori più umili.
Tra questi, all’inizio della serie, c’é Ah Sahm (interpretato da Andrew Koji), che appena mette piede sulla terra ferma abbraccia il più comune dei cliché dei film di arti marziali: interviene a difesa del connazionale aggredito e mortificato dal poliziotto cattivo di turno. Due frasi ad effetto, due pugni in stile wing chun e il gioco è fatto…
Peccato… ho pensato al minuto 1 dell’espisodio 1 di Warrior: un’altra buona occasione persa di portare le arti marziali sullo schermo rinunciando ai soliti stereotipi. Ma fortunatamente mi sbagliavo…

Scena dopo scena Warrior è diventato una storia articolata e ben narrata tra molti personaggi che si rivelano poco alla volta, tra immagini di lotta, di sesso e di dialogo, su uno sfondo vagamente gotico che trasmette molto bene le sensazioni di insicurezza e pericolo alle quali una città senza controllo condanna tutti i personaggi.
Dopo due episodi non si capisce chi è buono e chi è cattivo e ciò è un pregio per una serie che è stata annunciata come un evento, grazie anche alla produzione di Shannon Lee, che i testi del padre li ha potuti leggere.
Infatti, Bruce Lee in Warrior è presente, nelle movenze del protagonista, nella sua velata superbia e un po’ anche nel modo di combattere. Fortunatamente non in tentativi di imitazione delle espressioni facciali…

Warrior. Serie tv. Bruce Lee

Warrior sembra essere una serie tv ben fatta, completa delle caratteristiche adatte agli appassionati delle arti marziali, ma adeguata anche ai non addetti ai lavori che però apprezzano le serie tv alle quali Sky Atlantic ci ha ormai abituato.
In attesa delle prossime puntate (in onda ogni lunedì alle 21.15 sul canale 110 di Sky), per scoprire qualche anticipazione, vedere qualche foto e scoprire il cast c’è la pagina dedicata di Sky Tg 24.

Previous «

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.