L´uomo coi pugni di ferro

l'uomo coi pugni di ferro

Se ne sta parlando molto in questi giorni … de L’uomo coi pugni di ferro il nuovo film a “sfondo Kung Fu” uscito la settimana scorsa nelle sale italiane e che viene associato a Quentin Tarantino, anche se la regia non è sua. Infatti il film è di RZA (Robert Fitzgerald Diggs), un rapper americano già precedentemente prestato al cinema, che ha collaborato in passato con lo stesso Tarantino per la colonna sonora di Kill Bill. RZA firma sceneggiatura, regia, produzione, un pezzo della colonna sonora, oltre ad interpretare il protagonista Blacksmith.
Tuttavia, del regista di Pulp Fiction la pellicola sicuramente richiama lo stile, nella fotografia, caratterizzata da tarantiniane ambientazioni a metà tra la Cina di Foshan o dei templi Shaolin e il Western alla Sergio Leone, nella presenza di scene splatter, fino alla scelta della colonna sonora che varia dal moderno hip hop alle tradizionali musiche orientali.

l'uomo coi pugni di ferro

La trama è in stile “film cinese”, genere Wuxiapian, con l’intera vicenda che si dipana attorno ad un solo avvenimento, in questo caso il trasporto di un grosso quantitativo d’oro e soprattutto con la contrapposizione della virtù dei buoni all’efferata mancanza di scrupoli dei “cattivi”.
Innumerevoli i richiami, sia a film che a personaggi marziali. Dall’immancabile Bruce Lee, ai monaci Shaolin, passando per quelle che assomigliano a vere e proprie “citazioni sceniche” a Kill Bill, come ad esempio il lungo combattimento tra il Clan dei Leoni e le ragazze del bordello gestito da Madam Blossom, alias Lucy Liu, che ricorda lo scontro tra Uma Thurman e gli 88 folli nella Casa delle Foglie Blu, proprio con la stessa Liu.
Non manca l’elemento fanatsy grazie alla presenza di Brass Body, il colosso di ferro chiamato interpretato da David Bautista, un po’ Hulk, un po’ La cosa, che non si capisce bene da dove arrivi e perchè …

russell crowe uomo coi pugni di ferroNon male il personaggio interpretato da un ingrassato Russell Crowe, enigmatico per buona parte del film fino a quando non si scopre da che parte sta.

Tutto sommato il film scorre senza infamia e senza lode dall’inizio alla fine. Mi è sembrata una pellicola che può piacere agli amanti e praticanti del Kung Fu, forse un po’ meno a chi si aspetta un film alla Tarantino.
Non vi aspettate un filmone, anzi … tuttavia l’ho visto con piacere.
Una curiosità: il personaggio di Thaddeus interpretato da RZA avrebbe dovuto far parte della storia di Django.

Qui sotto il video del trailer in italiano.

Un pensiero riguardo “L´uomo coi pugni di ferro

  • 14 maggio 2013 in 13:09
    Permalink

    Nella seconda foto poi, sotto i lunghi capelli, troviamo un’irriconoscibile Cung Le, ex-campione del mondo di Sanda e ora star indiscussa del circuito UFC – MMA!!

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.