La via del (tuo) Kung Fu

yin yang mondoEsiste una strada che divide a metá. Fiume simusoidale che separa ed unisce due rive opposte, cerniera lampo della terra, apre e chiude due mondi, uno nell´altro, come interno ed esterno, duro e morbido, est ed ovest.
Esiste una via che incontra l´aeriforme fisolofia orientale attraverso la densa razionalitá d´Occidente e lascia tracce sul selciato a testimonianza che niente è separato dal resto anche quando sembra sul polo opposto, perché la vita è un cerchio e ció che lasci lo ritrovi alla fine del cammino.

tracce sulla sabbiaC´é una via che percorri stando al centro, assorbendo e rilasciando energia, apprendendo ed insegnando l’arte del camminnare in equilibrio su una fune, con lo sguardo fisso all’orizzonte a goderti il viaggio che poi, è risaputo, è piú importante della meta. Non è semplice marciare sulla corda perché è troppo facile "perdere il filo" e cadere sui colpi. Peso dietro, peso avanti o peso al centro la verità è che per essere acqua amico mio ci va esperienza, servono i pugni presi più di quelli dati e serve l’umiltà di fare dell’umiltà un’arma.

yin yang sfereTecnica, allenamento e talento, ma per camminare è meglio avere le scarpe ed una direzione. Ognuno ha le sue, scarpe e direzioni. Ognuno di noi procede solo e saluta gli altri da lontano, salvo illuderci ogni tanto di avere dei compagni di viaggio a farci sentire meno unici e con qualche giustificazione in più, ma la verità è che ciascuno di noi è artéfice del proprio Kung Fu. E il Kung Fu ci fa da specchio.

via del Kung FuEsiste una via sulla quale giorno dopo giorno guadagniamo un pezzo di noi superando ostacoli e stanchezza, richiamando i talenti che siamo stati abili a sviluppare continuando a credere di poter fare un passo in più, nella convinzione che con un altro passo la meta si avvicina.
C´é una via che fonde l’arte all’artista affinché le parole non restino solo voce all’aria ma si trasformino in intenti applicati e dimostrabili. Impara le regole, applica le regole, dimentica le regole… svuota la coppa per poterla riempire ancora; ma chi è capace di dimenticare le regole e sentirsi ancora nel giusto? Chi è in grado di lasciar andare le convinzioni e sentirsi ancora in equilibrio?

stradaLa via del Kung Fu è affascinante quanto arcana, forse il suo fascino risiede proprio nella suo essere quasi indecifrabile alla mente razionale, forse per questo ognuno ha il suo Kung Fu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.