La Bond girl delle arti marziali

007 michelle yeoh bond girlManca meno di una settimana all´uscita dell´ultimo capitolo di 007, il film Spectre.
Appassionata del celebre agente segreto britannico con licenza di uccidere mi sono rivista tutte le sue peripezie dal lontano 1962 con il primo ed ineguagliabile Sean Connery (scusa Roger, anche tu non sei stato malaccio…) fino all´ultimo, Skyfall, datato 2012 e con un biondo Daniel Craig che proprio non riesce a convincermi.

il domani non muore maiBene, passando da un Bond al successivo, da un megalomane all´altro e da una Bond girl alla seguente ecco che trovo un volto noto al quale non avevo fatto caso prima.
Siamo nel ´97 e ad affiancare Pierce Brosnan in Il domani non muore mai nel ruolo di femme fatale c´é la bella e spericolata Michelle Yeoh.
Ebbene sí, avrei potuto anche accorgermene prima ma quando uscí il film io frequentavo le medie e non praticavo ancora il Kung Fu, Michelle per me non era che un nome nei titoli di testa, quelli durante i quali la soglia dell´attenzione di chiunque è sotto lo zero… figuriamoci intorno ai 12 anni.

Rivederlo a 18 anni di distanza ha fatto suonare un campanello nella mia mente, ed eccola lì, la Bond girl delle arti marziali, nei panni dell’agente dei servizi segreti cinesi Wai Lin.
La Yeoh vuole sconfiggere l´ennesimo malato di dominio del mondo e insieme a Pierce-Bond cerca di scongiurare una guerra tra Oriente ed Occidente magistralmente architettata dal pazzoide leader della Carver Media Group Network.
Non mi dilungo sulla trama, a voi il piacere di vedere (o rivedere) il capitolo 18 della saga Bond.

007 michelle yeoh bond girlNemmeno a dirlo Michelle Yeoh si conferma l’attrice marzialista cazzuta – perdonate il termine – alla quale ci ha abituato; nella maggior parte delle scene infatti è stunt di sé stessa nonostante i numerosi incidenti avuti in precedenza proprio durante le riprese di diversi film (se vi ricordate ho parlato di lei e dei suoi infortuni in questo post).

Il suo personaggio riceve un’ottima critica, proprio grazie alle qualità atletiche dell’attrice, tanto da farle guadagnare un’ottima posizione all’interno della classifica delle Bond girl, e lo scrittore Reymond Benson si sofferma piuttosto a lungo nella descrizione di Wai Lin nel suo romanzo omonimo del film, dettagliando le capacità marziali dell’agente segreto cinese.

bond igrl michelle yeohAlla fine, come ogni donna che abbia affiancato James Bond, anche lei cede al fascino del doppio zero, definendolo ironicamente come <<un agente segreto di una corrotta e decadente potenza occidentale>>. Lui è Bond, non c’è arte marziale che tenga.

2 pensieri riguardo “La Bond girl delle arti marziali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.