Kung Fu. Perché lo fai?

kung fu donnaPerché fate Kung Fu?
Ve lo siete mai chiesti? Quale sia il motivo per cui ogni settimana una parte delle vostre giornate la dedicate ad apprendere e ripetere movimenti apparentemente fine a se stessi, con posizioni inusuali, scomode ed in alcuni casi difficili da eseguire.
Per quale motivo passate tempo davanti ad uno specchio a ripetere una tecnica, a testarla sul compagno, a sudare per raggiungere quel livello di scioltezza che vi consentirà di muovervi con velocità e con potenza allo stesso tempo.
Per quale motivo alcuni rimangono immobili per interminabili minuti a lavorare sull´energia interna?
Perché fate proprio Kung Fu e non atletica, ad esempio? Perché Kung Fu e non Judo o Karate? O Jeet Kune Do? O MMA?

kung fu podioLa mia esperienza probabilmente ha le origini più banali in assoluto, ho seguito le orme di un fratello maggiore ed ho scoperto, a mano a mano che progredivo, che questa era la mia strada.
Mi sono sentita appagata dal punto di vista del gesto sportivo ma ho anche trovato pane per i miei denti per l´aspetto più teorico, la parte più “mistica e kungfuica”, come direbbe il panda Po.

wushu kung fuHo trovato le risposte ad ogni domanda che mi ponevo e che ponevo al mio maestro, ho avuto modo di provare l´efficacia di ogni risposta e per quelle che mi convincevano meno ho testato l´applicabilità di una soluzione alternativa, corretta o sbagliata che fosse.
Sempre nel mio caso, ho avuto la fortuna di prendere parte a competizioni di Wushu moderno per diversi anni, portando contemporaneamente avanti il Kung Fu Tradizionale, riuscendo così ad individuare quelli che a mio giudizio sono pregi e difetti di entrambe le correnti.

kung fu anticoPoi è arrivato il momento di gestire un corso e mi sono trovata a chiedermi quale sia la spinta per i ragazzi che mi trovo davanti.
In diverse occasioni ho scoperto di avere a che fare con giovani allievi praticamente ignari del contesto in cui è nato il Kung Fu, tanto da rimanere “schockati” nello scoprire il significato di certe tecniche.
Quasi ad aver dimenticato che quella che pratichiamo è stata un’arte da guerra!
Certo i tempi sono cambiati, le armi a disposizione hanno spostato le esigenze di uno scontro… Ma un pugno è sempre un pugno, un calcio è un calcio ed una tecnica ai genitali, per quanto il pensiero possa sconvolgere, rimane una tecnica ai genitali.

kung fu donnaForse la pratica del Kung Fu nell’immaginario collettivo è legata più al benessere psico-fisico che alla marzialità. I gesti che si eseguono vengono interpretati come una ginnastica alternativa, orientaleggiante e priva di efficacia.
Ma a questo punto, ripeto, perché praticare il Kung Fu?
E voi? Avete consapevolezza dell’arte marziale che praticate?
Sapete cosa state cercando nel vostro Kung Fu?

Previous «
Next »

1 Comment

  1. Ho cominciato a praticare il Kung fu dopo aver provato per svariati anni uno SDC che ritenevo adattissimo al combattimento sportivo (ovviamente) ma poco alla difesa personale. Ho cominciato a fare KUNG fu proprio ricercando quello è piu mi immergo in questo mondo (pratico choi li fut) e piumi rendo conto di quanto sia efficace e mirato a quell’aspetto della modernità (la difesa personale), inoltre ogni movimento ripetuto allo stremo mi stimola a cercare e mettere alla prova i miei limiti: sia esso una mabu sempre più bassa o una tecnica di immobilizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.